TORRE DEL LAGO PUCCINI – PARCO DELLA MUSICA

Una grande arena da 3200 posti, un anfiteatro moderno dove si uniscono tradizione, ambiente naturale e innovazione tecnologica.

Un Teatro dell’Arte per Giacomo Puccini nei luoghi della sua ispirazione.

Bisogna risalire al lontano 1921 per comprendere l’alto valore simbolico che assume il progetto del Parco Culturale della Musica di Giacomo Puccini a Torre del Lago, alla luce proprio della speciale valenza che questi luoghi ebbero nella vicenda umana e artistica del Maestro Puccini

In quell’anno, infatti, Puccini fu costretto, dopo un idillio durato per ben trent’anni, ad abbandonare il suo Eden di Torre del Lago. In quello che il Maestro definiva paradiso erano da poco iniziate le rumorose e maleodoranti lavorazioni di estrazione della torba e Puccini si trasferì a Viareggio in una villa a due passi dal mare.

Dopo oltre 80 anni, grazie ad un ambizioso progetto promosso da COMUNE DI VIAREGGIO, REGIONE TOSCANA, PROVINCIA DI LUCCA E FONDAZIONE FESTIVAL PUCCINIANO con l’apporto della FONDAZIONE MONTE DEI PASCHI DI SIENA è stata avviata la realizzazione di quello che è destinato a diventare uno dei più importanti centri di produzione culturale.

La creazione del Parco della Musica di Giacomo Puccini di Torre del Lago e la realizzazione del nuovo Gran Teatro all’Aperto rappresentano infatti, senza dubbio, uno degli interventi più significativi nell’ambito della politica culturale in Toscana degli ultimi decenni. Uno straordinario esempio, innovativo e ardito, di recupero di aree ed impianti di archeologia industriale trasformati in luoghi legati alla musica, allo spettacolo dal vivo, all’arte contemporanea per la salvaguardia e la valorizzazione dei luoghi di ispirazione di uno dei più grandi musicisti della storia della musica.

Il nuovo teatro, sorge su di una superficie di 7.500 mq circondato dal verde. L’Arena accoglie 3.200 spettatori mentre il sottostante Auditorium una capienza di 495 posti.

Il nuovo teatro, realizzato in cemento, legno e cristallo è dotato di sofisticati impianti tecnologici e acustici che ne assicurano la massima funzionalità.

L’ingresso al Teatro e al grande foyer all’aperto avviene dal Belvedere Puccini attraverso un NUOVO PONTE MOBILE i cui fianchi si materializzano nell’immagine di una farfalla, quando il ponte è transitabile e nel profilo di due donne, una orientale che guarda ad occidente ed una occidentale che guarda ad est.

I due profili femminili che si guardano tra loro sono un chiaro riferimento alla poetica pucciniana: Madama Butterfly e Turandot ma anche Manon Lescaut e Fanciulla del West ambientate nel nuovo mondo; ma anche al dialogo tra le civiltà a cui la musica da sempre contribuisce.

Al di là del ponte il pubblico sarà accolto da una grande piazza o Foyer all’aperto. Il vecchio teatro lascerà memoria di se attraverso una citazione che consiste nell’imprimere nel suolo la pianta in scala reale del vecchio teatro. I percorsi saranno realizzati in legno di teak ed il disegno della platea in ‘pietra di Puglia’.

La visione architettonica complessiva è ispirata al migliore inserimento nel contesto ambientale, dando alla struttura un maggior contenimento della superficie occupata.

Il palcoscenico, la buca dell’orchestra e tutti gli altri spazi scenotecnica sono poi oggetto di particolare attenzione affinché il nuovo teatro abbia caratteristiche funzionali di eccellenza e costi di gestione contenuti.

La nuova sistemazione è dovuta essenzialmente alla trasposizione del palcoscenico verso la parete a nord-ovest che consentirà di avere uno sfondo trasparente e la visione del paesaggio esterno, in coerenza con quanto avviene nel grande palcoscenico. L’ auditorium ha una capienza di 495 posti ed attrezzato con cabina di proiezione, traduzione simultanea, foyer, bar, guardaroba e camerini e servizi dedicati. L’ingresso all’auditorium potrà essere indipendente da quello all’intera struttura.

Il Nuovo Teatro nel Parco della Musica si rivela così un grande spazio poliedrico e multifunzionale ospitando di fatto Due Teatri: Grande Arena e Auditorium e Sale polivalenti per l’organizzazione delle attività di preparazione e collaterali del Festival Puccini e degli altri eventi che saranno organizzati ed ospitati nel Parco della Musica.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: